Wonder di R.J.Palacio, pubblicato da Giunti nel 2012

<<Wonder>> di R.J.Palacio, pubblicato da Giunti nel 2012

Il primo libro che R.J. Palacio ha scritto è “Wonder”. Per quattro settimane è stato il best seller del New York Times.

Palacio ha deciso di scrivere questo libro perché mentre era su una panchina con i suoi figli ha visto passare una ragazzina che aveva una strana malattia facciale e per paura che suo figlio più piccolo si spaventasse decise di portarlo a casa ma sentì la madre della bambina dirle che era il momento di rientrare a casa. Palacio si sentì male per come aveva reagito al volto della ragazzina che decise di scrivere il libro ispirandosi ad una storia vera. Il libro si basa su un ragazzo di nome August che ha una deformazione facciale, nella sua vita ha subito molti interventi ma nessuno lo ha cambiato, non è mai andato a scuola per 10 anni e per la prima volta in vita sua dovrà affrontare la scuola. Cosa succederà? Chi si siederà vicino a lui? Auggie anche se è sfortunato sa vedere il lato buffo delle cose. Riuscirà a convincere i suoi compagni che è come loro? Riuscirà a farsi degli amici o verrà trascurato? Grazie al rapporto con la sua famiglia e alle amicizie, vecchie e nuove, i problemi che si creeranno si sistemeranno.

Il libro è raccontato in modo diverso dagli altri libri perché non è diviso in capitoli ma ogni parte del libro viene raccontata da un personaggio presente nella storia e dal suo punto di vista.

Questo libro è adatto a tutte le età anche per la sintassi che è molto semplice e lineare ma anche perché dopo averlo letto si riesce a vedere con un’altra prospettiva il mondo e le persone che lo abitano perché il libro ti fa capire di non giudicare le persone o le cose in base all’aspetto o in base alla loro faccia ma imparare a conoscerle per capirle. È un libro con un gran cuore e fa capire che le persone sono perfette nella loro imperfezione.

Dato il successo di questo libro sono stati scritti dei sequel, non sono esattamente la continuazione della storia ma è la storia principale di August narrata da un’altro personaggio esterno alla sua famiglia come Charlotte o Julian che narrano, dal loro punto di vista, come hanno vissuto l’arrivo di August a scuola e la sua presenza nella loro classe. Dal libro è stato tratto anche il film.

Sul retro della copertina del libro c’è scritta una frase che è: non giudicare un libro dalla copertina ma sostituendo la parola libro con persona e la parola copertina con faccia

Francesco Pellizzari

Francesco Pellizzari

Sono un diciasettenne appassionato di tecnologia, videogiochi e film che frequenta la terza liceo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.